Dal 18 al 20 agosto la carovana di Streetfood torna in Puglia dopo il successo di Alberobello
FoodTruck: a Castellana Grotte arriva Streetfood su ruote
L’Associazione Nazionale Streetfood porta il progetto “4Wheels” del cibo di strada su ruote nella cittadina pugliese. Decini di cibi di strada diversi serviti sui “food truck”. Un ricco programma di interventi per sottolineare anche l’aspetto culturale del cibo di strada

I food truck del progetto “4Wheeels” dell’Associazione Streetfood ancora una volta in Puglia. Dal 18 al 20 agosto la splendida cittadina di Castellana Grotte (Ba) sarà popolata da una selezione di truck selezionati dall’associazione nazionale che con la tendina ne certifica la qualità. Appuntamento in Piazza Nicola e Costa e Corso Italia che in tre giorni saranno presi d’assalto da centinaia di streetfoodies per degustare i migliori cibi da tutta Italia e dal mondo. «II cibo di strada è una cultura da riportare in auge con il giusto progetto che la inquadri all’interno del mercato come lo abbiamo sempre conosciuto e vissuto – spiega il presidente di Streetfood, Massimiliano Ricciarini, - come il miglior formaggio non può nascere in condizioni asettiche così il Cibo di Strada non può prescindere dalla strada e dal vissuto sociale in cui è nato ed è per questo che recuperando i cibi di questa tradizione è nostro obiettivo fornire un’alternativa sana e sostenibile alla globalizzazione, uno strumento di socializzazione, un mezzo per fare impresa e comunicare ai giovani in modo giovane». L’evento di Castellana Grotte arriva subito dopo quello di Alberobello nel ponte di Ferragosto.

I food truck presenti. Saranno oltre 20 cibi di strada diversi serviti dai truck. Dalle bombette di alberobello, i siciliani come pane e panelle, pane ca’ meusa, arancine e cannoli, birra artigianale, gli hamburger di chianina. Ci sarà poi l’ape con le pitture salentine, l’ape 210 Gradi con zeppole e fratine di pasta tipiche napoletane, la puccia salentina con polpo, i panzerotti e i pasticciotti leccesi. Non potrà mancare il pesce fritto e arrosto che arriva direttamente da Riccione (Rn), le olive ascolane e tanti altri.

Il programma degli eventi collaterali. Ricco il programma di eventi collaterali e culturali promossi in occasione della manifestazione. Si parte il 18 agosto alle ore 20 con un incontro all’Arco Barberio sul tema “Il Cibo” elemento di tradizione e innovazione al quale prenderanno parte, oltre al presidente di Streetfood Massimiliano Ricciarini, anche il dirigente scolastico dell’IISS Consoli-Pinto, Giuseppe Vernì, l’assessore comunale alle attività produttive, Vanni Sansonetti, l’avv. Domenico Bulzacchelli e il responsabile degli chef di Veratur, Massimo Sgobba. Dalle 22 musica con i Dj di Radio Norba. La giornata di sabato 19 agosto alle 20 sarà animata da un altro incontro sul tema “Il Vino” dalle origini dell’agro di Castellana alle nuove produzioni con la partecipazione di alcuni produttori locali. Dalle 22 musica dal vivo in Corso Italia con “The Sixty Beat”. Domenica 20 agosto infine alle ore 20 un incontro dal titolo “La Camicia” dalla tessitura alle aziende artigianali con la partecipazione di alcuni artigiani locali di questa tradizione importante. La musica dal vivo sarà affidata ai “Diversamente funk”.

Il progetto “4Wheels”. I food truck con la tendina sono la grande novità dell’associazione che promuove il cibo di strada di qualità. Sotto il marchio “4Wheels” infatti sono stati selezionati alcuni dei cibi più famosi in Italia e nel mondo cucinati direttamente sui furgoni. Si tratta di un modo di interpretare in chiave moderna il cibo di strada, pur non perdendone i valori essenziali che sono poi quelli raccolti dal decalogo del cibo di strada che l’associazione porta avanti e con il quale seleziona i propri partner.

Il cibo di strada pugliese, dalle bombette e i fornelli pronti. E’ proprio in questo territorio, che nasce il tradizionale consumo di bombette assieme a gnummeredd e zampina nello spiedo dei fornelli pronti. Sono cibi di strada gustosi e preparati e cotti in macelleria dentro piccoli forni a legna. Il pubblico prenota lo spiedo e passa a ritirarlo per consumo sul posto o a casa. Le bombette sono involtini di capocollo di maiale farciti con formaggio canestrato stagionato. Gli gnummeredd sono fatti di fegato di agnello chiusi con budello e una foglia di prezzemolo. La zampina è una salsiccia tipo luganiga a punta di coltello impastata con spezie.

L’Associazione Streetfood. Nata ad Arezzo nel 2004, è stato il primo progetto in Italia a promuovere il cibo come cultura e il cibo di strada come format vincente in quanto “riassume in un cartoccio” storia e tradizioni di ogni regione d’Italia da gustare con le mani. Nel 2015 sono stati 28 gli eventi in tutta Italia toccando quasi due milioni di persone che hanno consumato cibi di strada in quantità record.

Seguici su

Partner

Food Truck

banner stand

Hai un food truck e vuoi partecipare ai nostri eventi?

contattaci!

2015 © StreetFood - All rights reserved