Fino al 15 agosto il cibo di strada “firmato” Streetfood
anima la città dei trulli
Ferragosto: ad Alberobello con il cibo di strada
Successo per la seconda edizione dello Streetfood Village promosso dall’Associazione Nazionale Streetfood. Tante le persone arrivate per degustare il cibo di strada e grande affluenza per gli spettacoli in programma in una edizione che conferma la qualità del format proposto

Si va verso il grande finale di Ferragosto ad Alberobello dove è in corso fino al 15 agosto la seconda edizione dello Streetfood Village. Il cibo di strada dell’Associazione Streetfood nella contrada Popoleto (zona campo sportivo), ha attirato già centinaia di appassionati che dal 12 sono accorsi per assaggiare i migliori cibi provenienti da tutta Italia e dal mondo. Un evento ormai consolidato quindi, quello che vede l’Associazione Streetfood a braccetto con l’Amministrazione comunale che ha deciso questa tappa per l’evento estivo “Andar per Trulli”. «Sono tanti anche i turisti che in questo periodo gravitano ad Alberobello e molti di questi chiedono proprio dello Streetfood Village – spiega il presidente di Streetfood, Massimiliano Ricciarini – e questo per noi è un grande successo che conferma l’ottima collaborazione con l’amministrazione locale». Successo anche per le attività collaterali promosse. Lo spettacolo dei mattatori Mimmo e Viviano Bagnardi del format tv “E’ sempre festa” ha attirato molti spettatori con lo spettacolo televisivo dedicato ai giovani campioni di danza e ballo.

I cibi di strada presenti allo Streetfood Village. Fino a domani allo Streetfood Village si potranno trovare i sapori di strada pugliesi dalla puccia con polpo, pasticciotti e panzerotti, bombette di Alberobello, Un’ape che propone Alici di Anzio in tutte le salse dal fritto al primo piatto, Pesce fritto e arrosto, Pasticceria napoletana. Poi Panini di Mare: pesce adeguatamente abbattuto e servito fresco su panini con condimento a crudo, un progetto tuto pugliese partito dal Gargano ad opera dello chef del Trabucco di Peschici Mario Ottaviano e già esportato in sede fissa in grandi città italiane. Non mancheranno le evergreen olive ascolane, hamburger di Chianina IGP, cibo di strada palermitano come pane ca’ meusa, pane e panelle, arancine e cannoli e tra gli stranieri la paella valenciana, la carne cotta al barbecue in stile USA e il tutto è annaffiato da ottima birra fredda e artigianale friulana e toscana per contrastare l’incessante afa estiva.

L’Associazione Streetfood. Nata ad Arezzo nel 2004, è stato il primo progetto in Italia a promuovere il cibo come cultura e il cibo di strada come format vincente in quanto “riassume in un cartoccio” storia e tradizioni di ogni regione d’Italia da gustare con le mani. Nel 2015 sono stati 28 gli eventi in tutta Italia toccando quasi due milioni di persone che hanno consumato cibi di strada in quantità record.

Seguici su

Partner

Food Truck

banner stand

Hai un food truck e vuoi partecipare ai nostri eventi?

contattaci!

2015 © StreetFood - All rights reserved